NON PERDERE LE DETRAZIONI FISCALI PER RIFARE IL TUO PAVIMENTO! (Ti svelo se puoi averle oppure no)

Non perdere le detrazioni fiscali per rifare il tuo pavimento! (Ti svelo se puoi averle oppure no)

Perché scegliere il rivestimento in legno per i tuoi ambienti e quale
14 aprile 2018
NON PERDERE LE DETRAZIONI FISCALI PER RIFARE IL TUO PAVIMENTO! (Ti svelo se puoi averle oppure no)

Oggi vediamo se rifare il tuo pavimento rientra nelle detrazioni fiscali. La legge come sempre non è del tutto chiara, ma insieme cercheremo di trovare le risposte corrette.

Vuoi rifare il tuo pavimento e vuoi ottenere le detrazioni fiscali? la risposta è DIPENDE!

Cerco di spiegarmi meglio, quando si tratta del rifacimento di un pavimento abitativo, indipendentemente dal tipo di materiale,  la detraibilità dipende dal contesto dei lavori.

Secondo i casi potrebbe rientrare nelle agevolazioni con detrazione sulle ristrutturazioni edilizie oppure nelle detrazione al sul risparmio energetico.  

Guardiamo a vari casi in cui è possibile avere la distrazione:

Abitazioni private:

All’interno di un’abitazione privata, la sostituzione o la riparazione dei pavimenti non beneficiano della detrazione fiscale. Tuttavia, se invece l’intervento sul pavimento fa parte di un’opera edilizia più vasta, che possa essere classificata come manutenzione straordinaria o ristrutturazione, il rifacimento del pavimento può rientrare nelle agevolazioni. Quindi, se il rifacimento del pavimento è contenuto all’interno di interventi per cui è prevista la detrazione fiscale, allora in questo caso, anche la sostituzione del pavimento può rientrare nel pacchetto detraibile. In poche parole, se dobbiamo fare lavori che prevedono opere murarie, sostituzione di servizi igienici, demolizione di tramezzi,  costruzione di nuovi divisori  o altri interventi strutturali, cioè opere che per essere eseguite necessitano del rifacimento del pavimento, anche il pavimento diventa parte del pacchetto ristrutturazione e, di conseguenza, dell’agevolazione.  Per fare un esempio può essere il caso in cui si deve rinnovare l’impianto idraulico. Sarà possibile scegliere il pavimento che si desidera senza limitazioni  tra i tanti  attualmente disponibili. 

Rifacimento dei pavimenti negli spazi esterni:

Sono detraibili i nuovi pavimenti esterni in abitazioni private, nel caso che la posa della nuova pavimentazione avvenga dove prima non era presente. Se invece viene sostituito  un pavimento preesistente, è necessario modificare forma, superficie  e materiali. Se si vuole sostituire il pavimento esterno mantenendo materiali e forma esistenti, occorre che la sostituzione sia motivata da opere detraibili, per eseguire le quali  è necessario demolire e rifare la pavimentazione esistente. Un esempio è il rifacimento di tubazioni idriche che corrono sotto il vecchio pavimento, se per rifare l’impianto devo rimuovere la vecchia pavimentazione e, di conseguenza rifarne una nuova, la spesa diventa detraibile nel pacchetto delle opere. L’Agenzia delle Entrate specifica così l’ammissione agli sgravi fiscali per le pavimentazione o sostituzione della preesistente modificando la superficie e i materiali.

Detrazione sul risparmio energetico e rifacimento di un pavimento interno:

Normalmente la sostituzione di un pavimento interno, non può beneficiare della detrazione sul risparmio energetico. Però è da tenere presente che, in alcuni casi, è possibile fare alcune valutazioni in merito. L’ Agenzia delle Entrate, specifica che sono ammesse alla detrazione solo le spese strettamente connesse alla realizzazione dell’intervento che assicura il risparmio energetico. Per cui, nei casi in cui la sostituzione del pavimento è ritenuta un’opera necessaria e funzionale all’intervento sul risparmio energetico, allora può rientrare nelle voci di spesa. Quindi, se il rifacimento del pavimento contribuisce al raggiungimento di un maggior risparmio energetico, diviene facente parte dell’opera volta al  risparmio energetico. 

La demolizione e il rifacimento di una pavimentazione esterna non è mai considerata detraibile ai fini della riqualificazione energetica, ma come detto prima per i pavimenti interni, se la sostituzione è motivata dalla necessità di isolare termicamente una terrazza pedonabile, allora valgono i medesimi ragionamenti di calcolo dei valori complessivi di isolamento volti al risparmio energetico suddetti.  

Chi può fruire della detrazione

L’agevolazione spetta ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese:

  • proprietari o nudi proprietari
  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • locatari o comodatari
  • soci di cooperative divise e indivise
  • imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce
  • soggetti indicati nell’articolo 5 del Tuir, che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali

Inoltre, hanno diritto alla detrazione, anche il familiare convivente e il convivente more uxorio,  purché sostengano le spese e siano intestatari di bonifici e fatture (il coniuge, il componente dell’unione civile, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado).  Per maggiori informazioni consigliamo di leggere le specifiche dell’Agenzia delle Entrate. 

Ora che ho chiarito il tutto, non ti resta che contattarmi per un sopralluogo della tua casa e per avviare i lavori di ristrutturazioni del tuo pavimento.

Non perdere questa grande opportunità, le detrazioni potrebbero finire o per magia sparire (Non rimandare)

Non mettere la tua casa in mano ad improvvisati o persone che fanno lavori scadenti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PREVENTIVO